Entertainment

La cavalcata trionfante di Allievi e Giovanissimi termina agli ottavi, ma rimane un’annata da incorniciare

Gli Allievi di mister Caponi vincono 2 a 1 contro il Pordenone ma non basta per passare ai quarti. Sotto di 1 a 0 a fine primo tempo i granata rientrano in campo con la voglia di fare i tre gol che gli avrebbero permesso di passare il turno. Orsucci segna due gol, il Pontedera crea molto ma non riesce a trovare la zampata vincente.

“Rimane comunque una stagione esaltante – ha spiegato mister Caponi. – Mi sono emozionato durante la partita perchè questi ragazzi giocano veramente con voglia e anima, hanno gettano sempre il cuore oltre l’ostacolo per tutta la stagione. Il Pontedera non era abituato a questi scenari, da quest’anno forse potremo provare ad alzare l’asticella. Voglio ringraziare e congratularmi con tutti i miei giocatori perchè sono stati straordinari”.

Anche i Giovanissimi di Dal Bò non riescono a passare il turno. Forti dell’1 a 0 fuori casa, i granata vanno in vantaggio con Martucci al 50′ e la Cavese rimane in 10 dopo appena venti minuti. Le speranze di passaggio del turno della Cavese sono veramente ridotte ai minimi. Gli ospiti però fanno accadere l’impossibile in venti minuti: Cavaliere pareggia subito il vantaggio granata, Falco al 57′ segna il 2 a 1 ma non basta ancora, perchè a parità di gol sarebbe passato il Pontedera. Al 60′ Maffei sigla il 3 a 1 e in pieno recupero ancora Falco mette la parola fine sulla partita.

“Sarei ipocrita se non dicessi che l’amarezza ancora adesso prende il sopravvento sul tutto il resto – ha spiegato mister Dal Bò. – Poi però penso a questi ragazzi che dal mese di agosto hanno lavorato, sudato e pian piano hanno creduto nelle idee e nei propri mezzi. Dalla prima giornata di campionato hanno sempre lottato senza mai mollare in centimetro e nessuno avrebbe scommesso un euro ad inizio stagione che il 5 maggio questi ragazzi si sarebbero giocati il passaggio ai quarti di finale scudetto – ha continuato il tecnico. – Non bisogna mai dimenticare chi siamo e da dove veniamo. Ringrazio tutta la società, nessuno escluso, direttori, Staff, i tifosi, ed infine questi splendidi ragazzi, perché ognuno di loro mi ha regalato qualcosa, mi ha fatto crescere come allenatore e come uomo. Adesso avanti tutta e sempre forza granata”.

Anche il DS Giovanni Mollica ha commentato la fine di questa entusiasmante stagione.

“Si è conclusa la nostra stagione calcistica con le eliminazioni di allievi e giovanissimi agli ottavi di finale delle fasi finali nazionali – ha commentato il direttore. – Usciamo a testa alta consapevoli di aver fatto il massimo. Gli episodi ci hanno condannato nelle due partite, per motivi diversi e per episodi diversi siamo usciti ma con dignità perché nei 180 minuti abbiamo dimostrato che possiamo stare insieme alle grandi, ricordiamoci sempre da dove siamo partiti e dove siamo arrivati perché oggi è finita la nostra stagione agonistica ma queste due eliminazioni non devono offuscare quello che di buono abbiamo fatto per arrivare fin qui. Lavoreremo per riprovarci il prossimo anno. GRAZIE A TUTTI i ragazzi ed i componenti dello staff per le emozioni che ci avete regalato in questa annata straordinaria, conclusa con due campionati vinti meritatamente. Grazie a tutti per aver onorato e portato in alto i colori granata. Vamos Granata fino alla fine!”. 

 

Share