Entertainment

Parla Di Bella: “Gravina doveva dare subito un segnale forte. Dispiace veder screditato questo sport”

“Eravamo tutti entusiasti della nomina del nuovo presidente della Figc, si sentiva aria di cambiamento, ma tutte le speranze sono state disattese. La sentenza del Tar del Lazio ha fatto ricadere di nuovo la Serie B e soprattutto la Serie C nel baratro. Premetto che so perfettamente che Gravina, essendosi insediato da poco, aveva poco margine di manovra di queste decisioni, ma credo anche che lui doveva dare un segnale forte ricostruendo una Figc credibile e autonoma. La giustizia ordinaria non ha i tempi dello sport e per questo deve essere lasciata fuori da questi ambienti, altrimenti il calcio perderà sempre più di credibilità, soprattutto quello dalla Serie B in giù. Le squadre ora stanno pensando a vincere le partite in tribunale invece che sui campi. Detto questo, credo che fare peggio dei precedenti presidenti sia impossibile quindi faccio un in bocca al lupo a Gravina per l’imminente futuro”.

“Parlando della prima squadra, invece, dopo la delusione della partita rimandata contro il Novara, adesso dobbiamo affrontare la Carrarese. Una squadra con un bellissimo gioco, che crea tantissimo ma concede anche qualcosa. Sarà l’ennesima prova di maturità per noi e spero che possa arrivare un risultato positivo”.

“Per quanto riguarda il settore giovanile, Allievi e Giovanissimi saranno fermi per la sosta, mentre le altre squadre giocheranno tutte. Lo scorso weekend è stato positivo per gli Allievi, mentre i Giovanissimi hanno incappato in una giornata no, discorso a parte quello dei Giovanissimi B che pur facendo una grande prestazione hanno perso in casa. Il lavoro degli allenatori però si vede e sono sicuro che sia questa settimana che la prossima faremo ancora meglio”.

Share