Entertainment

Parla Di Bella: “Ripartiamo dai settori giovanili per risollevare il calcio italiano”

“Sarà una domenica importante per il nostro settore giovanile, ormai tutte le annate hanno iniziato il campionato e ogni squadra è a pieno regime.

I Giovanissimi dovranno difendere il primato contro la Carrarese, mentre gli Allievi lotteranno per rimanere nelle prime posizioni affrontando sempre la squadra di Carrara. I Giovanissimi B di mister Creanza, invece, giocheranno allo stadio Ettore Mannucci contro il Siena, una location importante che sono sicuro farà rendere al meglio i nostri ragazzi.

Faccio un in bocca al lupo a tutte le squadre, sperando che le prestazioni siano positive e che i risultati vengano di conseguenza”.

“Parlando si settore giovanile in generale, visto che è appena terminata la pausa delle nazionali, vorrei ribadire quanto sia importante curare i vivai e le scuole calcio, e non solo quelle delle società di Serie A, ma quelle di tutte le squadre. In Italia la cultura calcistica è sempre viva ma mancano gli investimenti in strutture, scouting e allenatori. Il Pontedera, nel suo piccolo, è all’avanguardia in tutte queste componenti e mi sbilancio dicendo che ormai siamo una realtà davvero importante e presa d’esempio da molte altre società. Per formare dei talenti, farli emergere e trasformarli in campioni da consegnare alla nazionale italiana, dobbiamo cambiare il modo di approcciarci alla realtà del settore giovanile, che non è uno spreco di soldi e tempo, ma l’unico modo per risollevare il calcio italiano. Se tutte le società si impegnassero affinché il proprio vivaio cresca, sono sicuro che anche la nazionale maggiore e tutte le squadre di Serie A, B e C ne gioverebbero e riuscirebbero a sfornare talenti in casa propria senza dover andare all’estero. Siamo indietro rispetto al resto del calcio europeo, ma per ricostruire una casa bisogna partire dalle fondamenta…dai nostri ragazzi”.

“Colgo anche l’occasione per congratularmi con la prima squadra, tutti volevamo la vittoria, i ragazzi per primi, ma non sempre le cose vanno come vogliamo. A volte si fanno ottime prestazioni e si raccoglie meno di quanto si meriterebbe, altre volte con partite sotto tono si portano a casa i tre punti. Questo è il calcio, ma l’importante è muovere sempre la classifica, quindi ci prendiamo questo punto e guardiamo avanti”.

Share