News, Prima Squadra

PONTEDERA, TRE PUNTI DI SOSTANZA

Tre punti pesantissimi inaugurano con una vittoria il tour de force che vedrà in campo la Lega Pro per quattro volte nello spazio di undici giorni.

Vittoria fondamentale, sofferta ma nel complesso meritata – contro un Prato assetato di punti – e legittimata da un primo tempo autorevole, lucido, ben giocato, a differenza di una ripresa di notevole difficoltà in fase di ripartenza. La difesa, tuttavia, ha resistito molto bene agli assalti lanieri, in particolare negli ultimi venti minuti, e non ha concesso quasi niente sui vari calci piazzati e cross arrivati dalle parti di Lori, segno di solidità, di ritrovata coesione e di una prestazione maiuscola dei vari Polvani, Vettori e Risaliti, protetti in fase di contenimento da un onnipresente e sempre lucido Caponi.

Piuttosto stringata la cronaca del match che i granata addentavano con grinta e lucidità mentre il Prato pareva soffrire la verve dei ragazzi di Indiani. All’8’ clamorosa occasione per l’ex Santini che metteva a lato da pochi passi un assist al bacio di Calcagni. Era il preludio al vantaggio con lo stesso Santini che un minuto dopo infilava a porta vuota un assist di Corsinelli bravo a sfruttare una topica di Tomi. Classico gol dell’ex in qualche modo annunciato dallo stesso bomber alla vigilia del match.

Il Pontedera continuava a premere, il Prato non trovava le misure e malgrado una certa supremazia territoriale non impensieriva mai Lori. Ci provava invece Kabashi al 29’, con conclusione a lato e poi Calcagni, la cui rasoiata finiva di poco fuori. Ripresa e lanieri all’assalto, granata costretti ad indietreggiare e a lasciare il solo Santini davanti peraltro non assistito a dovere anche considerando il calo, comprensibile di un Della Latta mattatore nel primo tempo. Monaco inseriva Di Molfetta e Romano e il Prato guadagnava metri di campo e il Pontedera costruiva la sua “Maginot” a trenta metri da Lori. Molte le mischie in area ma pochi i pericoli veri, uno con Moncini al 71’  – girata al volo su assist del solito Di Molfetta – e uno all’84’ con lo stesso Moncini e analogo intervento di Lori. Poi molta sofferenza e alla fine tre punti d’oro in chiave salvezza.

(f.b.)

Share