Entertainment

Rubrica: “Le Granatine si raccontano”. Intervista a Sandy Iannella

INTERVISTA A SANDY IANNELLA, che domenica 1 novembre in occasione della partita di Coppa Italia contro il Sassuolo, sarà capitano del Pontedera femminile.

Dopo un anno di stop, a che punto pensi di essere come condizione fisica?

“Alla ripresa, dopo che sono stata ferma, credevo di essere messa peggio.

Invece, siccome non ero arrivata a zero come condizione, perché qualcosa avevo sempre fatto, e da agosto ad oggi mi sono allenata costantemente, sono rimasta contenta della condizione raggiunta, anche se credo di avere ancora qualche margine di miglioramento.

Penso, come dice il Mister, che i ritmi gara sui 90 minuti posso ancora migliorali.

Per questo avrò bisogno di poche partite ancora.

Data la tua esperienza sei un punto di riferimento per la squadra, come ti trovi con il gruppo?

“Quando ho scelto di venire a giocare a Pontedera ero molto curiosa di conoscere le ragazze e di vedere il livello tecnico della squadra.

Sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla qualità tecnica del gruppo.

Con le ragazze sto molto bene perchè mi hanno accolto benissimo ed è un piacere allenarmi con loro.

Nonostante la mia esperienza in campionati di categoria superiori, mi ritengo una ragazza alla mano e quindi sono a disposizione del Mister e delle ragazze.

Domenica giocherete contro il Sassuolo, ultima squadra nella quale hai giocato prima dello stop.

Quali sono le tue sensazioni?

“Sono molto felice di rincontrare le mie ex compagne e il mio ex allenatore, con il quale avevo ed ho un attimo rapporto, tant’è che ci sentiamo ancora spesso. Vivo questa vigilia serenamente, consapevole della loro superiorità rispetto a noi, non fosse altro per la categoria superiore e per la classifica che hanno.

Penso con piacere alla partita di domenica prossima e sono certa di un’emozione particolare quando vedrò le maglie del Sassuolo.

(Intervista di Valentina Ulivieri)

Share